L'IMPIANTO DI FILTRAZIONE

Una piscina non è una vasca da bagno nella quale una volta finito l’utilizzo si stappa e si manda via l’acqua utilizzata. In essa l’impianto di filtrazione deve essere concepito per consentire all’intero volume di acqua di essere filtrato in un tempo variabile a seconda delle esigenze e delle dimensioni.

Il perfetto funzionamento dell’intero sistema permette di conservare l’acqua per l’intera stagione, evitando gli sprechi e l’uso eccessivo di prodotti chimici.

Il sistema, nonostante l’apparenza si basa su un sistema semplice: l’acqua viene prelevata dalla piscina tramite tracimazione, lo “sfioro”, o tramite delle bocche laterali, o skimmer, e mandata all’impianto di filtrazione  e di  igienizzazione che la rimanda di nuovo nella piscina una volta trattata.

La posizione degli skimmer e delle bocchette di re immissione (mandate) non è casuale, ma tale da creare una corrente che consente più facilmente un ricircolo totale dell’acqua nella vasca.

Le  apparecchiature di filtrazione e igienizzazione sono concentrate nel cosiddetto locale tecnico, che può sia essere prefabbricato che in opera.

Normalmente il sistema di filtrazione è a sabbia.

Il sistema di igienizzazione invece offre due  opportunità: quella a  clorazione o quella ad elettrolisi o a sale.

   
Sei qui: Notizie L'IMPIANTO DI FILTRAZIONE