IGIENIZZAZIONE: L'IMPIANTO A ELETTROLISI O A SALE

         Valida alternativa al cloro, è la tecnologia che sfrutta l’elettrolisi del sale per produrre cloro in vasca. Partendo da una ridottissima quantità di salgemma (circa 5 gr per litro), questo sistema permette di ottenere cloro sufficiente ad una adeguata disinfezione.  

A livello chimico il procedimento consiste nello scomporre la molecola di sale facendo passare acqua attraverso una cellula di elettrolisi, che contiene due elettrodi, il catodo e l’anodo. L’acqua passa intorno agli elettrodi ed una piccola scarica di corrente produce l’agente disinfettante che elimina a sua volta gli agenti patogeni presenti nell’acqua della piscina. Quando l’acqua ritorna in vasca porta con se il potere ossidante dato dagli ioni di cloro libero instabile, prodotto dall’elettrolisi. Un procedimento assolutamente naturale che, con un investimento iniziale più alto, porta ad un grosso risparmio economico nella gestione della piscina rispetto ai metodi tradizionali. Questo metodo ha il vantaggio di non dover creare un immagazzinaggio di sale in quanto ne consuma pochissimo quindi, messo la prima volta, dovrà essere “rabboccato” annualmente.

In secondo luogo l’azione chimica del sale riduce fisiologicamente il PH e quindi non si necessita di nessun altro acido per equilibrare l’acqua. 

   
Sei qui: Notizie IGIENIZZAZIONE: L'IMPIANTO A ELETTROLISI O A SALE