ACCESSIBILITA’ IN PISCINA

Per garantire, già dalla fase progettuale, l’accessibilità in piscina anche alle persone con ridotta o impedita capacità motoria o sensoriale occorre attenersi ad alcune indicazioni. È buona norma evitare, nei piani circostanti la piscina, i dislivelli; la pavimentazione di percorsi gradini e rampe deve essere antisdrucciolo; l’accesso in acqua può essere consentito tramite rampe che abbiano una pendenza massima consigliabile pari al 5% e dotate di corrimano oppure tramite vari tipi di sollevatori. Gli spigoli e i bordi dovrebbero essere tutti arrotondati.

   
Sei qui: Notizie ACCESSIBILITA’ IN PISCINA